Venerdì, 12 Luglio 2024
L’attualità delle procedure di vendita all’asta

Il Notariato è presente, nel settore delle Aste telematiche, fin dal 2013, con significativi investimenti sia dal punto di vista tecnologico sia da quello organizzativo. Attraverso la propria società informatica, Notartel S.p.A., garantisce i maggiori standard di sicurezza e trasparenza, al servizio della rete dei 1.200 notai, che hanno già deciso di abilitare e formare i propri studi all’utilizzo di una articolata piattaforma multimediale, realizzata ed ottimizzata per la gestione delle aste telematiche mobiliari ed immobiliari, relative alle dismissioni degli Enti pubblici e privati e a quelle delle procedure giudiziarie.

Quello che dieci anni fa appariva a molti come un ambizioso quanto futuribile progetto, già oggi, rappresenta il raggiungimento di un primato di caratura internazionale, stante l’avvenuta pubblicazione di 25.000 aste notarili e l’aggiudicazione via web, di beni per un importo complessivo di €1.000.000.000,00.

Si tratta solo della prima tappa di un percorso destinato ad avere numeri sempre più importanti, sempreché vi sia una crescente disponibilità ed apertura verso questi nuovi ed imprescindibili strumenti professionali.

Grazie all’avanzamento tecnologico e organizzativo questo settore rappresenterà sempre di più una proficua fonte nell’ambito delle nuove competenze professionali recuperando un ruolo “storico” del notaio anche in contesti in cui si stava perdendo (ad es. l’ambito delle dismissioni degli enti pubblici in parte svolte dagli ufficiali roganti e quello delle aste giudiziarie in alcuni tribunali svolte in prevalenza o solo dalle altre categorie professionali).

Per recuperare tale ruolo è stato necessario cercare di aumentare la domanda di questi servizi da parte di Enti e Tribunali attraverso la realizzazione di portali internet autorizzati dal Ministero di Giustizia per la pubblicità, anche di valore legale (avvisinotarili.it e venditepubblichenotarili.notariato.it”).

Allo stesso scopo è stata attivata una convenzione con una importante concessionaria di pubblicità (A. Manzoni & C. S.p.A.), onde poter contare su un network di centinaia di media e social dalla stessa gestiti che ampliando la visibilità agli avvisi incrementano il successo economico delle aste.

Attraverso questi strumenti il Notariato punta a far crescere ulteriormente tali risultati, con una politica di informazione verso tutti i soggetti potenzialmente interessati compresi gli operatori privati ancora lontani dal godere dei benefici di questa innovazione, mirando a garantire gli obiettivi della professionalità, della trasparenza e anche della modernizzazione tecnologica (tenendo in conto il particolare momento della nostra congiuntura economica e sanitaria).

La natura virtuale del sistema delle aste sta dando un impulso importante al passaggio dall’era analogica a quella digitale, sia nella professione notarile che in quella di tutti gli attori della filiera immobiliare, fatto salvo il cennato ritardo nell’ambito delle dismissioni del patrimonio privato, dove non si è ancora raggiunto un impiego significativo dello strumento dell’asta immobiliare.

Non si può non considerare come le operazioni economiche via web stiano influenzando sempre più la nostra vita quotidiana. Chiunque, dai piccoli consumatori fino ai grandi investitori, utilizza ormai abitualmente procedure di asta o di vendite on-line per acquistare ogni genere di beni.

La presenza di un notaio pubblico ufficiale nel web permette e permetterà sempre la tutela dei consumatori e degli altri attori economici e la possibilità di garantire la certezza dei requisiti in un “sistema” altrimenti possibile appannaggio di organizzazioni di commercio elettronico.

In conclusione, è quindi possibile affermare, come questo settore rappresenti per noi tutti un’opportunità da cogliere per garantire un progresso economico e tecnologico in assoluta armonia con la legalità.