Venerdì, 12 Luglio 2024

Si è tenuto dal 5 al 7 ottobre 2017 a Santiago di Compostela il 4° Congresso dei Notai d’Europa, incentrato sulla tematica "Il diritto dell’Unione Europea al servizio dei cittadini" con l’obiettivo di analizzare il diritto europeo civile e commerciale.

Il 5 ottobre il notaio Cesare Licini ha coordinato la tavola rotonda “La protezione dei consumatori nell’era digitale”, con focus sul ruolo del notaio come garante della cyber security dei cittadini.
Secondo dati della Commissione Europea negli ultimi dieci anni il numero di cittadini europei che acquistano online è quasi raddoppiato (dal 29,7% nel 2007 al 55% nel 2017). In Europa il mercato dell’e-commerce è stimato sopra i 500 miliardi di euro: una fetta rilevante del mercato comunitario.
Molte le proposte emerse durante il dibattito. Il notariato spagnolo ha presentato, tramite Lorenzo Prats Albentosa, professore di diritto civile presso l’Università Autonoma di Barcellona, un “sigillo notarile di conformità” da apporre a tutti i contratti online predisposti o supervisionati dai notai. Il notaio olandese Remco Van der Kuijp ha illustrato una piattaforma di e-identity che consente un’identificazione affidabile delle parti coinvolte in una transazione online. Già in vigore nei Paesi Bassi e sviluppato con Philips, questo sistema contribuisce alla sicurezza e alla fiducia dei consumatori.
Tra gli interventi, quello di Tamás Parti, presidente del Distretto Notarile di Budapest, che ha parlato di blockchain e del suo possibile utilizzo da parte dei notai. Blockchain, ha spiegato il notaio, può essere uno strumento importante per la tutela dei consumatori, ma non senza il necessario coinvolgimento di un soggetto sopra le parti come il notaio.
Infine, Örjan Brinkman, presidente dell’Unione europea dei consumatori (BEUC), ha insistito sul vuoto giuridico da riempire in termini di risarcimento per i consumatori vittime di frode digitale.
In conclusione i notai d’Europa hanno offerto la loro collaborazione alle istituzioni europee per rafforzare la certezza del diritto dei consumatori e delle imprese nell’ambiente digitale.