VenerdĂŹ, 12 Luglio 2024

Giampaolo Marcoz

Consigliere Marcoz, a un anno dalla sua nomina a co-delegato della Commissione Informatica del Consiglio Nazionale, può fare un primo bilancio?

È senz’altro molto positivo. Ho trovato un gruppo di persone parecchio affiatato e dall’attività quasi frenetica. Abbiamo dovuto creare delle sottocommissioni per seguire in contemporanea i diversi progetti tra i quali, in particolare, mi piace ricordare l’analisi e l’applicazione delle nuove tecnologie blockchain, lo sviluppo delle banche dati volontarie – successioni e testamenti – e l’evoluzione dell’atto notarile informatico. La commissione, composta da notai particolarmente motivati e esperti del settore e consulenti qualificati, continuerà a mio parere a essere quel laboratorio di idee e di progetti, per l’evoluzione e lo sviluppo della nostra professione in questo campo, e che dovranno poi essere portati avanti con il sostegno del Consiglio Nazionale.
Il software iStrumentum recentemente sviluppato dal notariato e che applica la firma grafometrica all’atto notarile informatico è una evidente innovazione in questo campo. In quali altri settori intravede nuove potenzialità di sviluppo della informatica notarile?
Come ho già sottolineato l’evoluzione e lo sviluppo della nostra professione non potranno prescindere da un uso sempre più convinto e consapevole delle nuove tecnologie; sia nel senso più tradizionale (controllo e risparmio dei costi per lo studio notarile e per il cittadino, efficienza e velocità dei servizi a vantaggio dei consumatori) sia nei settori più innovativi, penso a quelli della contrattazione immobiliare, o a quelli sussidiari del mondo “giustizia” delle aste telematiche conseguenti a dismissioni pubbliche e a procedure giudiziarie o private, sempre nell’interesse pubblico.
Da “cliente” qual è il servizio di Notartel che usa con maggior frequenza e quello che considera fondamentale per una societĂ  nata come “braccio” informatico del notariato italiano?
Sicuramente la connessione con i servizi on line della Pubblica Amministrazione (consultazione e aggiornamento dei pubblici registri, adempimento unico) sono quelli che uso con maggiore frequenza. Particolarmente qualificante, a mio parere, in questo momento è il servizio di conservazione a norma fornito da Notartel, tra l’altro di recente aggiornato con la procedura unica di conservazione. Un importante realizzazione mi sento di poter dire sia anche il software iStrumentum per la firma grafometrica dell’atto notarile informatico che credo diventerà imprescindibile nei prossimi tempi nell’attività quotidiana dei nostri studi.